ANIMALI DOMESTICI

Creato da admin
ANIMALI DOMESTICI - ANIMALI DOMESTICI

Le regole di igiene

■ L’animale deve essere in buona salute, controllato dal veterinario si, con il calendario delle vaccinazioni in regola.

■Ciotole per il cibo e vaschette per l’acqua vanno lavate frequentemente, così come bisogna spesso pulire a fondo cucce, brande e gabbie. Nello svolgere questi compiti, si consiglia di indossare guanti di gomma per evitare il contatto diretto con feci e urine. Una volta la settimana è utile passare un disinfettante.

■ È importante verificare periodicamente che non abbia parassiti. Dopo aver accarezzato l’animale è bene lavarsi le mani.

Come preparare l’animale alla presenza del bambino

■In concomitanza con la nascita di un bambino non vanno accolti cani in casa. Prima devono imparare a obbedire.

■ L’animale può essere geloso del bambino. Con tutte le cautele del caso bisogna permettergli, quando arriva il neonato, di avvicinarsi al piccolo e di conoscerlo annusandolo.

■ All’inizio va osservato il comportamento del cane o del gatto, per controllare che la gelosia nei confronti del bambino non si manifesti con un comportamento aggressivo. In genere, dopo qualche giorno, se l’animale non si sente trascurato, accetterà il piccolo e si accontenterà di osservarlo a distanza.

■ Se il cane, o il gatto, è abituato a dormire sul letto, a leccare le stoviglie e ad avere libero accesso a locali come il bagno e la cucina, con l’arrivo del bambino, che comporta nuove regole, può iniziare a rifiutarsi di mangiare, ad avere un comportamento più aggressivo con i componenti della famiglia, a rosicchiare o graffiare porte e mobili.

■ Non lasciamo mai solo un neonato con un cane: il bambino può essere visto dall’animale come un intruso che minaccia il proprio posto nella famiglia. Anche il cane più pacifico può avventarsi improvvisamente contro di lui.

■ La culla deve essere abbastanza stabile da poter sopportare un’eventuale zampata del cane. Se l’animale è un gatto, va coperta con una rete, per evitare che ci salti dentro scambiandola per una cuccia.

I primi incontri

■ Per abituare cani e gatti alla presenza del bambino,durante la degenza della mamma in ospedale si possono portare a casa alcuni indumenti del bambino per farglieli annusare.
■ Se sono abituati a dormire nel lettone con i padroni, quando si tiene il bambino in camera è necessario chiudere la porta, per impedire che possano infilarsi tra le coperte.
■ Vanno abituati a mangiare in un posto lontano da dove si consumano i pasti per evitare che, appena il bambino inizierà a gattonare, possa essere attratto dalla ciotola con le pappe dell’animale.
■ Il cane deve conoscere le nozioni fondamentali dell’obbedienza: star seduto, a terra, a cuccia, stare al guinzaglio e così via. È importante inoltre farlo familiarizzare con gli odori del bambino.
■ Il gatto non deve appropriarsi degli spazi del bambino: la porta della cameretta va tenuta chiusa. Se è abituato a ricevere molte coccole, bisogna continuare a fargliele soprattutto quando si porta il bambino a casa.
■ Gli animali vanno controllati in particolare se sono molto esuberanti,difficili da controllare o quando il bambino li sveglia all’improvviso o li spaventa con il suo pianto.

Originally posted 2014-09-29 13:45:45.

Comments

comments