BRONCIO

Creato da admin
BRONCIO - BRONCIO

I pugnetti sotto le ascelle, il labbro inferiore spinto in avanti, lo sguardo truce. Ci avviciniamo, ci interessiamo a lui e, come unica risposta, riceviamo un’alzata di spalle. Di fronte a un bambino che tiene il broncio ci si sente a disagio: cerchiamo di capire che cosa lo disturba, di indurlo ad aprirsi, di compiacerlo o conquistarlo con una miriade di proposte. In realtà, la nostra disponibilità e sollecitudine non fanno che rafforzare il suo comportamento: anziché esprimere direttamente i suoi desideri, sfrutta il lamento muto per ottenere ciò che vuole. Ma in tal modo non impara a rapportarsi agli altri con rispetto sentendosi a sua volta rispettato.
Per far sì che il broncio non diventi un’abitudine che si porterà dietro per anni, è necessario offrirgli una via di uscita, senza però premiarlo: possiamo dirgli con affetto che vogliamo aiutarlo, a patto che ci faccia capire quello che
vuole veramente. Nel frattempo andiamo in un’altra stanza e lasciamolo solo invitandolo dolcemente a venire da noi quando lo desidera.
Le sue richieste possono essere legittime, ma non lo è l’atteggiamento piagnucoloso. Se da una parte dobbiamo fargli capire che con il broncio non ottiene alcun risultato, manifestando in modo chiaro il nostro fastidio per il modo in cui si esprime, dall’altra è importante esigere che ripeta la richiesta in modo corretto: “Quando piagnucoli e ti impunti non mi piace: se vuoi qualcosa, chiedimela diversamente”. Poi premiamolo con una coccola:”Mi piace il modo come lo hai chiesto.Appena posso,cercherò di accontentarti”.

Originally posted 2014-10-01 10:27:24.

Comments

comments

broncio bambino.