CONGIUNTIVITE

Creato da admin
CONGIUNTIVITE - CONGIUNTIVITE

La congiuntivite è l’infiammazione della congiuntiva, la membrana trasparente che riveste il globo oculare.
Il disturbo può essere causato da un virus, da un batterio oda un trauma oculare. Spesso si manifesta a seguito di un raffreddore. Nei bambini più grandi, che soffrono di allergie, è spesso causata dai pollini o dagli acari della polvere domestica.

I sintomi

La congiuntivite si manifesta con tre sintomi: ia parte bianca degli occhi si arrossa, le palpebre appaiono gonfie e la zona è più calda.
Se il bambino ha soltanto gli occhi temporaneamente arrossati per il fumo di sigaretta presente nella stanza o per il cloro della piscina, non si tratta di congiuntivite.
Congiuntivite batterica – Uno o entrambi gli occhi producono una secrezione purulenta e giallognola, la pelle delle guance è secca, il bambino ha difficoltà ad aprire gli occhi al mattino. Se curata adeguatamente, migliora nel corso di tre giorni.
Congiuntivite virale –  Appare all’improvviso. Il bambino ha la sensazione di avere un granello di sabbia nell’occhio e i bordi delle palpebre sono leggermente gonfi. Gli occhi producono una secrezione bianca di tipo acquoso: se poi diventa giallastra, vischiosa e abbondante significa che vi è anche un’infezione di tipo batterico.
La congiuntivite virale può durare due-quattro settimane.

Come si affronta
Con le misure igieniche

Il bambino deve lavarsi accuratamente le mani, evitare di toccarsi gli occhi con le mani sporche, non usare fazzoletti o asciugamani utilizzati da altri; inoltre va tenuto lontano
dai locali molto affollati o densi di fumo.

Con la fitoterapia

Per alleviare i sintomi di qualsiasi forma di congiuntivite sono utili degli impacchi. Immergete in acqua bollente per un minuto due bustine di tè nero o di camomilla, lasciate-
le raffreddare e applicatele sugli occhi per tutto il tempo che il bambino riesce a sopportare. Il tè è ricco di tannini che svolgono un’azione astringente, mentre la camomilla contiene sostanze disinfiammanti. L’applicazione va ripetuta per tre volte al giorno. Per non
trasmettere il contagio bisogna utilizzare tutte le volte compresse nuove e non va usata
la stessa compressa per entrambi gli occhi.

Con la medicina omeopatica

■ Accanto ai rimedi specifici prescritti dal mediconi possono instillare 2-3 gocce di collirio Euphrasia 3D 3 volte al giorno.

Con la medicina convenzionale

■ Per la congiuntivite batterica. Il pediatra può prescrivere una pomata o delle gocce contenenti un antibiotico. La somministrazione del farmaco va continuata per due giorni dal momento in cui cessa la secrezione di pus dagli occhi, o comunque fino al momento in cui il medico lo riterrà opportuno. Se la cura viene interrotta precocemente, si corre il rischio che la malattia ritorni.
■ Per la congiuntivite virale. L’infezione guarisce da sola: i farmaci somministrati servono più che altro per ridurre i sintomi, ma non ne modificano l’evoluzione. In alcuni casi il pediatra può prescrivere un collirio antibiotico come prevenzione, per impedire che alla congiuntivite virale si sovrapponga un’infezione batterica.

Non coprite gli occhi del bambino con-una benda: l’infezione si diffonderebbe ulteriormente. Se la luce gli dà fastidio, fategli indossare occhiali da sole.
Non decidete di applicare pomate o altri prodotti senza la prescrizione del medico, perché potrebbero avere effetti controproducenti.
■ In caso di congiuntivite virale, per prevenire un’infezione batterica si consiglia di lavare gli occhi del bambino con abbondante acqua tiepida ogni 2 ore. Il metodo migliore è tenere l’occhio aperto facendo delicatamente scorrere un getto gentile d’acqua tiepida sul bulbo. Molti microrganismi che causano la congiuntivite sono sensibili al calore.

Quando rivolgersi al medico
Chiamate immediatamente il pediatra se:

■ II bambino ha le palpebre rosse e gonfie o chiuse.
■ Gli fanno male gli occhi.
■ Dice di non vedere.

Chiamatelo durante le ore di ambulatorio se:

■ Il bambino ha meno di un mese, ha gli occhi arrossati e si lamenta.

■A volte è necessario eliminare per un periodo anche il latte vaccino.

DA RICORDARE

Bisogna essere molto rigorosi con la dieta. Nei bambini celiaci sono sufficienti tracce di glutine per provocare un danno alla mucosa intestinale, anche se non si manifestano sintomi. Per uso esterno sono consentiti l’olio di germe di grano e gli shampoo
contenenti glutine.

Originally posted 2014-10-02 10:54:50.

Comments

comments