Conoscere il bambino

Creato da admin
Conoscere il bambino - Conoscere il bambino

Che cosa sappiamo di un bambino quando dall’alcova del liquido amniotico si
affaccia al mondo? C’è chi ha paragonato quest’esperienza a quella di un astronauta catapultato nello spazio: deve imparare a respirare, a nutrirsi, a regolare la temperatura del corpo e adattarsi a stimoli mai sperimentati. Ma non solo.
Olire a coordinare i movimenti delle braccia e delle gambe, il neonato deve anche apprendere a usare i suoi nuovi strumenti: la vista, il tatto, l’udito, il gusto, affrontando situazioni del tutto nuove.
Di lui sappiamo che dorme a lungo, succhia il latte e piange, più o meno insistentemente, e che possiede un patrimonio di riflessi istintivi. Ma questa è solo la punta dell’iceberg, (ili studi più recenti ci raccontano che dietro allo stereotipo di un neonato passivo si cela una straordinaria ricchezza di sensazioni, emozioni, preferenze e affetti. Dal primo istante in cui apre gli occhi al mondo ogni bambino mostra già di avere una sua inimitabile personalità: piange, dorme, mangia, reagisce agli stimoli come tutti gli altri neonati, ma il modo in cui 10 fa è unico e irripetibile. Anche un nostro bagaglio di esperienze come genitori non basta, perché ciò che aveva funzionato prima con la sorella o il fratello maggiore ora non serve: il bambino non è lo stesso, la situazione è diversa e anche noi che lo accudiamo abbiamo sensibilità differenti che ci portano a vivere il rapporto con lui in modo unico.
Ecco perché nel crescere i figli non esistono regole assolute, ma un solo principio fondamentale: rispondere a ciascun bambino secondo i suoi bisogni ascoltando i segnali che ci invia e facendosi guidare dal proprio istinto.
Così come il colore degli occhi o la forma del naso sono unici per ciascun bambino, alcuni tratti del temperamento, presenti fin dalla nascita, fanno parte del patrimonio ereditario. Secondo le ricerche più recenti, il nucleo di molti comportamenti e della maggior parte dei tratti della personalità, i fattori che determinano se si sarà riservati o estroversi, addirittura gli scherzi che si ritengono divertenti e i tipi di persone che piacciono sembrano essere scritti nella spirale dei cromosomi che i genitori trasmettono al momento del concepimento.
Fin dai primi giorni di vita è importante quindi cercare di capire come ogni singolo bambino reagisce agli stimoli, rispettando il suo temperamento, più o meno sensibile o esigente,e le sue emozioni.

Originally posted 2014-09-29 09:02:04.

Comments

comments