CORPI ESTRANEI

Creato da admin
CORPI ESTRANEI - CORPI ESTRANEI

Quando il bambino mette in bocca un oggetto e questo entra nello stomaco o nell’intestino, si parla di ingestione di corpi estranei nelle vie gastroenteriche.
Nella maggior parte dei casi si tratta per lo più di oggetti piccoli e arrotondati, che attraversano facilmente esofago, stomaco e intestino per essere poi evacuati senza problemi con le feci, interi e indigeriti, entro 24-48 ore. Sono più rischiosi quelli che finiscono nella trachea, il canale che porta l’aria dalla bocca ai polmoni: un grumo di cibo, un boccone mal masticato, una nocciolina o una caramella. In questo caso si parla di inalazione di corpi estranei.

I sintomi

Nella maggior parte dei casi non si sa con certezza se il bambino ha ingerito qualcosa perché non si è presenti al momento dell’incidente, o perché nega o non riferisce l’accaduto.
I sintomi possono essere del tutto assenti, oppure variare a seconda del tipo di corpo estraneo ingerito e della sede (esofago, stomaco, intestino) in cui si è bloccato.
■ Nella grande maggioranza dei casi, per quanto si tratti di un’esperienza che spaventala cosa si risolve con un forte colpo di tosse. Il bambino comincia a tossire violentemente, il viso diventa rosso e congestionato. Può avere conati di vomito che, in molti casi,provocano l’espulsione dell’oggetto.
■ Se invece l’oggetto impedisce la respirazione, il bambino accusa i sintomi tipici del soffocamento: non riesce a parlare, il volto diventa bluastro o terreo e può perdere coscienza.

Come si affronta

Se avete il fondato sospetto che il bambino abbia ingerito qualcosa rivolgetevi al medico, tenendo presente che solo gli oggetti di metallo sono identificabili in radiografia: è quindi inutile precipitarsi al Pronto soccorso chiedendo di sottoporre il bambino a una lastra.

Se il bambino non presenta sintomi
■Incoraggiatelo a inspirare lentamente aria dal naso e a tossire con decisione. Inspirare violentemente, infatti, può peggiorare la situazione.
■ Offritegli un po’d’acqua; se non dimostra di provare dolore o sensazione di soffocamento dategli pane,fette biscottate o biscottile li deglutisce bene vuol dire che l’oggetto ingoiato ha raggiunto lo stomaco. In tal caso l’oggetto non dovrebbe far fatica a passare nell’intestino ed essere eliminato entro due-tre giorni.
■ Nel frattempo offrite al bambino una dieta ricca di fibre e amidi (per esempio, pane con mollica, legumi, pasta, verdure, oppure patate).
■ Successivamente controllate l’eventuale comparsa di disturbi,oppure di feci nere o con sangue rosso vivo,esaminanate regolarmente tutte le scariche, aiutandovi con un coltello o un setaccio. Se il bambino non porta più il pannolino, fatelo scaricare in un vasino.

Quando rivolgersi al medico

Chiamate immediatamente il pediatra se:
■ L’oggetto ingoiato è lungo più di 2-3 centimetri o ha un diametro superiore a 2,5 centimetri, oppure è appuntito.
■ Si tratta di una pila o di un oggetto velenoso.
■ Non sapete di preciso che cosa il bambino abbia ingoiato.
■ Il bambino fa fatica a deglutire e saliva molto, mangia lentamente e con fastidio e questo persiste per più di un’ora.

■ Il bambino presenta dolori addominali o vomito.
■ Avete altri dubbi da chiarire urgentemente.

Chiamatelo durante le ore di ambulatorio se:
■ Il corpo estraneo non viene eliminato con le feci entro 72 ore.
■ Compaiono sintomi sospetti.

DA RICORDARE

Se il bambino presenta sintomi, in attesa dell’intervento medico, non dategli nulla da mangiare o da bere.
Non somministrate farmaci antispastici o analgesici.
Non applicate borse dell’acqua calda, aspettate che il medico abbia fatto una diagnosi: potrebbe essere dannoso.

La prevenzione

■ Tenete lontano dalla portata del bambino tutti gli oggetti di piccole dimensioni.
■ Non lasciate mai in giro la scatola del cucito; riponetela sempre in un luogo sicuro,possibilmente in alto .Tenete le spille da balia in luogo chiuso.
■ Controllate spesso che i bottoni dei vestiti del bambino siano ben attaccati.
■ Verificate periodicamente la sicurezza dell’ambiente (istruite anche i fratelli maggiori a mettere in ordine i loro giochi).
■ Evitate di mettere orecchini a bambini piccoli.
■ Evitate sempre i giochi che sono componibili o quelli che si rompono facilmente in piccoli pezzi.

Originally posted 2014-10-03 13:41:47.

Comments

comments