Crescita e alimentazione




Fino ai 6 mesi l’esposizione diretta ai raggi del sole va evitata il più possibile, perché provoca irritazioni della pelle e abbassa le difese immunitarie. Durante le passeggiate il bambino può essere tenuto al riparo da un cappello a tesa larga e dall’ombrellino del passeggino.
Durante le vacanze è importante mantenere il più possibile i suoi ritmi di vita, in particolare gli orari del sonno e dell’alimentazione. Se queste coincidono con l’inizio dello svezzamento, può essere consigliabile continuare con l’allattamento finché non si ritorna a casa, tenendo presente che in genere con il caldo l’appetito diminuisce: è un fenomeno del tutto normale che non deve preoccupare.
Al mare In spiaggia il bambino può giocare all’ombra in una vaschetta riempita di acqua di mare lasciata scaldare al sole. Si consiglia di lasciarlo il più possibile senza pannolino a contatto con l’aria, in modo che la pelle rimanga asciutta. Se la sabbia penetra nel naso, in bocca o nelle orecchie, si
possono rimuovere i granellini con il bordo di un fazzoletto inumidito. Se entra nelle parti intime, si risciacqua la zona e si applica una crema protettiva.
Dopo i 6 mesi, può fare brevi bagnetti in mare con un carnicino di cotone che lo protegga dai raggi solari.Alla fine lo si sciacqua bene con acqua dolce e lo si asciuga.
In montagna II bambino può essere portato a qualunque altitudine: le sue capacità di adattamento alle alte quote sono come quelle di un adulto.
Oltre i 2000 metri è però importante un periodo di adattamento graduale.Va tenuto presente che la percentuale di raggi UVB, responsabili delle scottature, aumenta del 4% ogni 300 metri di altezza. È quindi molto più facile ustionarsi ad altezze elevate.
In collina È utile procurarsi una zanzariera da mettere sopra la culla e, se necessario, un prodotto repellente da spruzzare su coperte, lenzuola e, nelle ore serali, in piccole quantità sulle parti più esposte.
Eventuali punture di ape e di vespa non devono preoccupare perché nei bambini piccoli, a parte il dolore, non possono provocare gravi reazioni allergiche.
Queste si verificano infatti soltanto nei bambini grandi o negli adulti.quando le punture si sono già ripetute più volte e l’organismo si è sensibilizzato al veleno dell’insetto.

DA RICORDARE

Per facilitare l’adattamento del bambino al nuovo ambiente è bene portarsi dietro la copertina della notte, l’orsacchiotto e gli oggetti che gli sono famigliari.

Originally posted 2014-09-30 11:32:50.

VACANZE - VACANZE VACANZE

Fino ai 6 mesi l’esposizione diretta ai raggi del sole va evitata il più possibile, perché provoca irritazioni della pelle e abbassa le difese immunitarie. Durante le passeggiate il bambino può essere tenuto al riparo da un cappello a tesa larga e dall’ombrellino del passeggino. Durante le vacanze è importante mantenere il più possibile i suoi ritmi di vita, in particolare gli orari del sonno e

Learn more


MUSICA - MUSICA MUSICA

DA RICORDARE Le sonorità naturali sono molto gradite al bambino, in particolare quelle che evocano l’acqua, e gli ricordano il liquido amniotico, di cui avvertiva il dondolìo quando la mamma si muoveva o passeggiava. Per tranquillizzarlo non è necessario limitarsi a proporgli melodie dolci. Per ben nove mesi, è stato vicino al “tamburo” del cuore materno. Ecco perché anche le sonorità percussive possono calmarlo e stimolare

Learn more


SESSUALITÀ - SESSUALITÀ SESSUALITÀ

È solo a partire dai 2 anni che il bambino inizia a rendersi conto delle differenze tra i due sessi e inizia a toccarsi i genitali. L’esplorazione del proprio corpo è infatti una tappa precisa dello sviluppo infantile, definita fallico-esibizionista. A questo proposito va ricordato che la sessualità dei bambini è completamente diversa da quella degli adulti. In primo luogo non è orientata verso un’altra persona,

Learn more


ANIMALI DOMESTICI - ANIMALI DOMESTICI ANIMALI DOMESTICI

Le regole di igiene ■ L’animale deve essere in buona salute, controllato dal veterinario si, con il calendario delle vaccinazioni in regola. ■Ciotole per il cibo e vaschette per l’acqua vanno lavate frequentemente, così come bisogna spesso pulire a fondo cucce, brande e gabbie. Nello svolgere questi compiti, si consiglia di indossare guanti di gomma per evitare il contatto diretto con feci e urine. Una volta

Learn more


SE LA MAMMA STA MALE - SE LA MAMMA STA MALE SE LA MAMMA STA MALE

Quando si può allattare Malattie renali e diabete Non impediscono di allattare Malattie infettive delle vie respiratorie Influenza, bronchite, faringite e otite non presentano controindicazioni. È importante però prendere la precauzione di utilizzare una mascherina durante la poppata, per evitare di contagiare il bambino con le microscopiche goccioline di saliva contenute nel respiro. Miopia grave Essendo un disturbo legato all’alterazione delle strutture dell’occhio, non è influenzato dall’attività

Learn more


IGIENE E CURE QUOTIDIANE - IGIENE E CURE QUOTIDIANE IGIENE E CURE QUOTIDIANE

Oltre a essere importanti dal punto di vista igienico Je cure quotidiane sono un momento fondamentale di intimità in cui il piccolo impara a conoscere il suo corpo tramite carezze e delicati massaggi. Vanno svolte quindi in un’atmosfera rilassata e tranquilla. Le esigenze di igiene cambiano secondo l’età. Nei primi mesi l’organismo non possiede ancora gli anticorpi necessari per difendersi dalle infezioni: e indispensabile quindi seguire precise regole

Learn more