Cure alternative




Il mal di testa non è una malattia, ma un sintomo che indica un disequilibrio a livello fisico o emotivo. Ne esistono diverse forme, classificate a seconda del tipo, della localizzazione, dell’intensità del dolore, della frequenza delle crisi, della loro durata, del momento della giornata in cui si manifestano, dei sintomi che l’accompagnano, dei segni che lo preannunciano o delle cause che lo scatenano.

I sintomi

Fino ai 5-6 anni non è facile individuare con certezza le cause del mal di testa, perché il bambino non è in grado di descrivere esattamente quello che prova. Ci sono però alcuni indizi che possono far pensare che soffra di un attacco di mal di testa: è pallido, batte la testa contro le sponde del Iettinoci porta le mani al capo,si tira i capelli ed è molto irritabile.

Le cause

Nella maggioranza dei casi il mal di testa è un disturbo ereditario di cui soffrono altri membri della famiglia. Si può scatenare in seguito all’assunzione di particolari alimenti o a causa di stress e disagi psicologici.
Le malattie In molti casi il mal di testa è dovuto a malattie virali (raffreddore); febbre alta (oltre i 38 °C); fame (in questo caso compare verso sera); problemi visivi (si presenta dopo aver guardato la TV); sinusite.
L’alimentazione Può essere provocato da un pasto troppo grasso o abbondante che sovraccarica gli organi della digestione, in particolare il fegato. In altri casi è dovuto a un intolleranza alimentare nei confronti di un particolare tipo di cibo. Anche gli alimenti che contengono tiramina e feniletilanina (formaggi, cioccolata, agrumi), sodio monoglicato (dadi, cibi in scatola, merendine), nitriti (salumi), istamina (pomodori, fragole) possono dar luogo a episodi di mal di testa. La caffeina contenuta nelle bevande a base di cola e nel cioccolato può provocare nei bambini predisposti ad attacchi di emicrania.
La tensione emotiva provoca una cefalea muscolo-tensiva, tipica dei bambini in età scolare e degli adolescenti. Il mal di testa di questo tipo è dovuto al fatto che si tengono a lungo contratti i muscoli del collo e della testa.

Quando rivolgersi al medico
Chiamate immediatamente il pediatra se:

■ Il bambino piange continuamente.
■ Appare confuso, sonnolento, si fa fatica a svegliarlo.
■ Ha difficoltà a parlare o a camminare.
■ Vomita ripetutamente.
■ Ha il collo rigido.

Chiamatelo durante le ore di ambulatorio se:

■ Il mal di testa è frequente.
■ Persiste per più di un giorno.
■ Non migliora quando cala la febbre.

Originally posted 2014-10-02 15:11:54.

MAL DI TESTA - MAL DI TESTA MAL DI TESTA

Il mal di testa non è una malattia, ma un sintomo che indica un disequilibrio a livello fisico o emotivo. Ne esistono diverse forme, classificate a seconda del tipo, della localizzazione, dell’intensità del dolore, della frequenza delle crisi, della loro durata, del momento della giornata in cui si manifestano, dei sintomi che l’accompagnano, dei segni che lo preannunciano o delle cause che lo scatenano. I sintomi Fino ai 5-6

Learn more


ALITO PESANTE - ALITO PESANTE ALITO PESANTE

L’alito pesante, o olitosi, è particolarmente frequente al risveglio. Durante la notte infatti i microrganismi responsabili del cattivo odore agiscono più a lungo e si produce meno saliva. In molti casi l’alito ritorna normale dopo che il bambino fa colazione, beve un bicchiere di acqua o si lava i denti. Le cause più frequenti Alimentazione ricca digrassi Per assimilarli il bambino brucia gli zuccheri,creando acetone. Alimentazione ricca di

Learn more


MANIFESTAZIONI ALLERGICHE - MANIFESTAZIONI ALLERGICHE MANIFESTAZIONI ALLERGICHE

L’allergia è una reazione chiamata atopica, cioè fuori luogo, perché si scatena a causa di sostanze che per la maggioranza delle persone sono assolutamente innocue: il polline dei fiori, alcuni cibi, la forfora, il pelo e anche la saliva degli animali. Nei loro confronti l’organismo si comporta come se si trovasse di fronte a un nemico. Si hanno cioè quelle che gli esperti chiamano reazioni di ipersensibilità. Oggi

Learn more


MAL DI GOLA - MAL DI GOLA MAL DI GOLA

Il mal di gola può essere causato da virus o batteri. In genere si tratta di semplice raffreddore o influenza, che a volte evolve in faringite, laringite o tonsillite, oppure di una malattia tipica dell’infanzia, come il morbillo, la scarlattina o la parotite. Molte irritazioni della gola sono dovute semplicemente alle condizioni ambientali: fumo di sigarette, inquinamento o aria secca invernale. I sintomi Il mal di gola

Learn more


Febbre - Febbre Febbre

La febbre non è una malattia, ma un sintomo che compare quando l’organismo si trova a contrastare l’aggressione di virus e batteri, o un disequilibrio. È considerata anzi un mezzo di guarigione: è stato dimostrato che con la febbre le cellule-barriera contro i microrganismi nocivi aumentano fino a venti volte, riducendo la durata della malattia. L’aumento di temperatura corporea impedisce alla maggior parte dei microbi di moltiplicarsi. Non è

Learn more


RAFFREDDORE - RAFFREDDORE RAFFREDDORE

Nel primo anno di vita i bambini si ammalano spesso di raffreddore. Poiché non hanno ancora un valido sistema di difesa contro le infezioni, è facile che siano contagiati anche otto volte in un anno, soprattutto se frequentano l’asilo nido. I sintomi Dopo un periodo di incubazione di 2-4 giorni, si manifestano i primi sintomi: il bambino prova un malessere generale che si accompagna a irritazione della

Learn more


Benessere e malattia - Benessere e malattia Benessere e malattia

Il concetto di malattia Fu il medico greco Ippocrate, vissuto nel 400 a.C,il primo a rompere con la teoria che attribuiva la causa dei malanni ai diavoli o all’ira degli dei. Secondo i suoi insegnamenti, l’origine dei disturbi che affliggono l’uomo era da ricercarsi nei fenomeni naturali: l’aria,l’acqua, il cibo. E la guarigione doveva trovarsi in quella che veniva chiamata vis medicatrix naturae M forza curativa della

Learn more


CRESCITA IRREGOLARE - CRESCITA IRREGOLARE CRESCITA IRREGOLARE

Nella maggioranza dei casi il timore che il bambino non cresca abbastanza è infondato. Se aumenta regolarmente secondo i ritmi del suo percentile, anche se è magro o di bassa statura, non c’è da preoccuparsi: in genere dipende dal fatto che ha ereditato la costituzione dai genitori. Dopo la nascita, l’accrescimento diminuisce: nei primi giorni di vita il piccolo perde generalmente dal 5 al 10% del suo

Learn more


INTERVENTO CHIRURGICO - INTERVENTO CHIRURGICO INTERVENTO CHIRURGICO

In previsione di un intervento chirurgico si possono rafforzare le difese del bambino per accelerare la guarigione e ridurre lo stress. Come si affronta Con l’ alimentazione Se in seguito all’intervento vi sono indicazioni da parte del medico su una dieta particolare, seguitele scrupolosamente. Se non vi sono limitazioni e il bambino non ha appetito, non forzatelo a mangiare. In ogni caso, offritegli gradualmente un’alimentazione povera di grassi

Learn more


ASMA - ASMA ASMA

L’asma è un’infiammazione delle vie respiratorie caratterizzata da difficoltà respiratorie. Anche se le sue manifestazioni possono spaventare, il disturbo non è affatto limitante: i medici di un tempo lo definivano anzi un certificato di lunga vita. Nella malattia la predisposizione ereditaria gioca un ruolo importante: i figli di genitori entrambi asmatici hanno infatti l’80% di probabilità di esserlo anche loro. Se invece è solo uno dei genitori ad

Learn more