Cure alternative




Il bambino può perdere sangue dal naso a causa della fragilità dei vasi capillari messi sotto sforzo quando soffia il naso troppo violentemente. Se sanguina a seguito di un colpo in testa, recatevi immediatamente al Pronto soccorso, senza tentare di fermare la perdita di sangue.

Come si affronta

■ Fate chinare il bambino in avanti su una bacinella serrandogli le narici per 10 minuti. Ditegli di non inghiottire il sangue, ma di sputarlo.
■ Se l’emorragia non cessa, tenetegli la testa allindietro mettendo sul naso del ghiaccio o una pezzuola imbevuta d’acqua fredda. Poi stringete ancora per 10 minuti.
■ Impeditegli di soffiarsi il naso prima che siano passate 4 ore dal momento in cui ha smesso di sanguinare.

Quando rivolgersi al medico
Portate il bambino al Pronto soccorso se:

■ Se il sangue non si ferma nonostante le cure. Durante il tragitto continuate a tenergli le
narici chiuse.

La prevenzione

Insegnate al bambino a soffiarsi il naso delicatamente.

Originally posted 2014-10-03 09:16:08.

SANGUE DAL NASO - SANGUE DAL NASO SANGUE DAL NASO

Il bambino può perdere sangue dal naso a causa della fragilità dei vasi capillari messi sotto sforzo quando soffia il naso troppo violentemente. Se sanguina a seguito di un colpo in testa, recatevi immediatamente al Pronto soccorso, senza tentare di fermare la perdita di sangue. Come si affronta ■ Fate chinare il bambino in avanti su una bacinella serrandogli le narici per 10 minuti. Ditegli di non inghiottire

Learn more


MUGHETTO - MUGHETTO MUGHETTO

Il mughetto è un’infezione molto comune nei primi 6 mesi di vita che non deve destare preoccupazioni. Trattato adeguatamente, si risolve in modo rapido e definitivo. I sintomi All’interno della bocca del bambino,sul!a lingua,sulle gengive,sul palato,all’interno delle guance compaiono piccole chiazze bianche, simili alla ricotta, che a volte gli causano fastidio quando deve attaccarsi al seno per la poppata. Le chiazze si tolgono con difficoltà e lasciano una

Learn more


MAL DAUTO - MAL D'AUTO MAL D’AUTO

Andare in auto, ma anche in barca, in aereo e perfino in ascensore o sull’altalena può provocare malessere se l’organismo non si adatta velocemente ai cambiamenti di direzione e di movimento. Il disturbo, detto chinetosi, può procurare una nausea leggera, mal di testa, vertigini, pallore e sudore freddo; nei casi più grati anche vomita Le cause più frequenti ■ Quando il corpo è sottoposto a continui cambiamenti

Learn more


ADENOIDI - ADENOIDI ADENOIDI

Le adenoidi, due piccole masse di tessuto linfatico situate nella parte posteriore del naso, al di sopra delle tonsille, sono uno dei principali filtri di difesa contro le infezioni delle prime vie aeree e delle orecchie. Se si ingrossano non bisogna preoccuparsi: stanno proteggendo l’organismo. Un ingrossamento eccessivo può impedire il flusso dell’aria attraverso il naso. Di conseguenza, il bambino respira attraverso la bocca: Varia inspirata, non essendo

Learn more


PERTOSSE - PERTOSSE PERTOSSE

La pertosse è una malattia subdola i cui sintomi si manifestano quando ormai è tardi per intervenire efficacemente. Raramente si manifesta prima dei 3 mesi di vita, ma in questo caso, come per tutto il primo anno, le complicazioni possono essere gravi. Il periodo di incubazione La malattia è molto contagiosa e si diffonde attraverso le goccioline di saliva presenti nella tosse e negli starnuti. Può essere

Learn more


TOSSE - TOSSE TOSSE

La tosse non è una malattia, ma soltanto un sintomo e un efficace meccanismo di difesa con cui l’organismo si libera da sostanze irritanti, come polvere, fumo, liquidi, particelle di cibo, virus e batteri. Svolge quindi un ruolo di estrema importanza per l’organismo. È infatti una risposta spontanea, come lo starnuto, che scatta ogni volta che qualcosa irrita le mucose della gola o dei bronchi espellendo l’aria a una

Learn more


IMPETIGINE - IMPETIGINE IMPETIGINE

L’impetigine è una malattia infettiva della pelle, molto contagiosa, che provoca epidemie. Non deve preoccupare perché, se si interviene subito, è molto facile da curare. Nei neonati, invece è pericolosa e richiede un trattamento immediato. I sintomi Spesso l’infezione inizia in zone del corpo particolarmente umide: sotto il naso e nella zona vicina alla bocca. Si formano piccole papule rosse che si trasformano in pustole. Queste, rompendosi,

Learn more


CELIACHIA - CELIACHIA CELIACHIA

La celiachia, o morbo celiaco, è una anomalia che si riferisce a un’intolleranza permanente al glutine, una proteina contenuta in frumento, orzo, segale e avena. Tende a essere ereditaria: tra i parenti di primo grado si ripresenta mediamente nel 7% dei casi. Non è però da considerarsi una vera e propria malattia, perché se un celiaco non consuma alcun prodotto contenente glutine non soffre di alcun disturbo. I

Learn more


CROSTA LATTEA - CROSTA LATTEA CROSTA LATTEA

La crosta lattea è molto comune nei lattanti. Si ritiene sia dovuta a un’eccessiva produzione di sebo, una sostanza untuosa che viene prodotta dalla pelle. Più che una malattia, si tratta di un’alterazione dovuta al fatto che nei primi mesi di vita i meccanismi che regolano l’equilibrio fisiologico della pelle e il ricambio cellulare non sono ancora perfettamente messi a punto. I sintomi La crosta lattea compare

Learn more


VOMITO - VOMITO VOMITO

Il vomito è regolato da un centro situato all’interno del cervello, chiamato centro del vomito: viene stimolato dai messaggi che riceve dalle cellule nervose dell’intestino, ma può essere eccitato anche dal movimento, da odori o sapori sgradevoli oppure dalle cellule nervose dell’orecchio e dell’occhio; più raramente, come nel caso della meningite, è provocato da una pressione diretta di tipo meccanico. Una volta attivato, il centro del vomito invia messaggi

Learn more