I tempi variano da bimbo a bimbo

Creato da admin
CAMMINARE1 - I tempi variano da bimbo a bimbo

Non tutti i bambini raggiungono gli obiettivi di crescita nella stessa epoca, secondo le stesse modalità. Per quanto riguarda il gattonare, che consiste nello spostarsi sulle quattro zampe, non è considerato una tappa obbligata, come del resto non lo è avanzare sul sedere o strisciando. Ci sono bambini che iniziano a camminare saltando completamente questa fase, senza che per questo vi sia in loro qualcosa di cui preoccuparsi. Così come non ci si deve spaventare se il bambino non gattona, in relazione ai primi passi non bisogna avere fretta. Camminare è un’abilità motoria che tutti i bambini sani raggiungono, perché l’essere umano e geneticamente programmato per stare in posizione eretta e spostarsi sulle gambe. La fascia di età in cui é possibileche il bambino cominci a camminare é comunque molto ampia: ci sono bambini che intorno ai 10 mesi riescono già a farlo e altri che a 13 mesi ancora non muovono un passo, senza che questa differenza sia segno di un divario anche dello sviluppo intellettivo. Camminare molto presto o molto tardi non è infatti un indice di maggiore o minore intelligenza, né autorizza a fare previsioni sulla capacità di apprendimento. Solo se dopo i 16 mesi compiuti il bambino non accenna a rare alcun passo neppure con appoggio si può essere in presenza di
un disturbo psicomotorio su cui diventa necessario indagare. Ma l’incapacità di camminare dopo i 16 mesi é sempre associata ad altri ritardi che di sicuro il pediatra avrà già individuato nel corso delle visite di controllo.

Originally posted 2014-10-06 10:03:05.

Comments

comments