Le allergie alimentari

Creato da admin
Le allergie alimentari - Le allergie alimentari

Negli ultimi anni si è molto enfatizzato il problema delle allergie alimentari, nonostante di fatto non rappresentino un problema frequente. L’allergia alimentare può essere definita un “eccesso di legittima difesa” e si manifesta quando l’organismo, venendo a contatto con un determinato alimento che contiene sostanze dette “allergeni”, lo giudica un pericolo per la propria incolumità e inizia a produrre particolari anticorpi per difendersi. Questi anticorpi, detti “IgE”, una volta entrati in circolazione si rivelano nocivi per l’organismo stesso: la loro presenza provoca infatti una serie di spiacevoli manifestazioni quali diarrea, vomito, comparsa sulla pelle di orticaria o eczema (dermatite atopica).
Se si riesce a identificare l’alimento che ne è responsabile bisogna eliminarlo dalla dieta, per poi eventualmente riproporlo dopo alcuni mesi (al riguardo è sempre opportuno attenersi al consiglio del pediatra che ha in cura il bambino). Con il passare del tempo, infatti, l’organismo può modificare le sue risposte a determinate sostanze e quindi imparare ad accettarle, non combattendole più come nemiche. Tra gli alimenti che più di frequente vengono indicati come responsabili di allergie ci sono: l’uovo, il pesce, il latte vaccino, i pomodori, la frutta secca. L’allergia a questo o a quell’alimento può scomparire negli anni, fatta eccezione per l’allergia al pesce e alla frutta secca, che dura per tutta la vita.
La diagnosi di allergia a un determinato alimento spetta comunque al pediatra e può essere supportata in caso di dubbio (peraltro assai frequente) da specifici test che vengono eseguiti in parte in un laboratorio di analisi e in parte presso lo studio medico del pediatra stesso.
In nessun caso è possibile l”*autodiagnosi” di allergia, quindi si sconsiglia di eliminare arbitrariamente degli alimenti dalla dieta del bambino senza prima aver consultato il pediatra di famiglia.

Originally posted 2014-10-06 09:40:39.

Comments

comments