MARSUPIO

Creato da admin
MARSUPIO - MARSUPIO

Portarsi il bambino addosso è una consuetudine antica, diffusa presso tutti i popoli: si ritrovano immagini di neonati appesi alla madre negli affreschi dell’antica Grecia, del Giappone tradizionale e nei dipinti atzechi.

Come si sceglie

In commercio si trovano vari modelli di marsupio, che si adattano all’età del bambino e alle diverse esigenze. L’importante è che possiedano le seguenti caratteristiche:

■ Il marsupio deve distribuire in modo uniforme il peso del corpo del bambino sostenendone correttamente la testa.

■ Deve essere regolabile lateralmente, per permettere alla schiena del bambino di essere ben sostenuta e al corpo di aderire perfettamente a quello di chi lo regge. I bambini molto piccoli, infatti, tendono a insaccarsi.

■ Anche l’altezza e le bretelle devono essere regolabili, in modo che le gambe del bambino non urtino contro quelle della persona che indossa il marsupio.

■ Le fìbbie, di materiale solido e garantite contro aperture accidentali, si devono agganciare facilmente.

■ Le bretelle e la cintura devono essere robuste, imbottite e avere cuciture resistenti, soprattutto nei punti più soggetti alle sollecitazioni

■ Sull’etichetta va verificata la composizione del tessuto e dell’imbottitura: si consiglia cotone al 100%. L’imbottitura, di spugna, deve essere morbida per evitare che lasci segni sulla pelle a causa dello sfregamento.

■Il marsupio può essere utilizzato soltanto per portare il bambino mentre si cammina. Non va mai usato in automobile o in bicicletta. A intervalli regolari è bene verificare la tenuta delle cuciture e l’integrità del tessuto e delle fibbie.

Originally posted 2014-09-29 14:49:55.

Comments

comments