MUGHETTO

Creato da admin
MUGHETTO - MUGHETTO

Il mughetto è un’infezione molto comune nei primi 6 mesi di vita che non deve destare preoccupazioni. Trattato adeguatamente, si risolve in modo rapido e definitivo.

I sintomi

All’interno della bocca del bambino,sul!a lingua,sulle gengive,sul palato,all’interno delle guance compaiono piccole chiazze bianche, simili alla ricotta, che a volte gli causano fastidio quando deve attaccarsi al seno per la poppata. Le chiazze si tolgono con difficoltà e lasciano una mucosa rossa e infiammata, che in alcuni casi può sanguinare.
II mughetto non va confuso con i residui del latte, che si trovano solo sulla lingua e non sulle pareti interne della bocca e che si tolgono con estrema facilità, senza lasciare l’area infiammata.
Il primo sintomo che può fare insospettire è il disagio manifestato durante la poppata.
Se il disturbo non viene curato, i puntini bianchi si ingrandiscono, tendono a confluire e a diffondersi ad altre parti del corpo.A seconda del posto dove si insedia, il mughetto cambia aspetto: se all’interno della bocca è come una muffa bianca, nella zona del pannolino appare come una chiazza rossa; nei casi più gravi, la pelle è sollevata o rotta e sui margini appaiono delle papule: piccole lesioni, solide e rilevate.

Le cause

L’infezione è causata dal fungo Candida albicans, che prolifica sulla pelle umida o macerata: la bocca, la vagina, il glande, le parti a contatto con il pannolino, gli spazi tra un dito e l’altro. Anche una terapia antibiotica prolungata può facilitare la crescita del mughetto, poiché distrugge la flora batterica della bocca.
Il mughetto non attecchisce su mucose e tessuti integri e non è da considerarsi una malattia contagiosa.

Come si affronta
Con le misure igieniche

■ L’interno della bocca e la lingua del bambino vanno puliti con una garza precedentemente immersa in una soluzione di bicarbonato, o limone, e acqua bollita nella misura di un cucchiaino per tazza. Il trattamento va ripetuto 4-5 volte al giorno, preferibilmente dopo i pasti, fino alla scomparsa delle macchie. La stessa soluzione può essere applicata sul seno, sulle tettarelle del biberon e sul succhiotto.
■ Le spore fungine vengono rimosse con un buon lavaggio e alla temperatura di 55 °C. La bollitura del succhiotto e il lavaggio in lavastoviglie dovrebbero risolvere il problema.
■ Per evitare disagi al bambino mentre prende il latte, si consiglia di ridurre il tempo di
suzione a 20 minuti. Se il piccolo si rifiuta di succhiare per il dolore, gli si può somministrare il latte con il cucchiaino o dal bicchiere.
■ Il ricorso al ciuccio va limitato, sia di giorno sia di notte. Il succhiotto va comunque disinfettato e sterilizzato ogni volta che lo si usa.
■Se il mughetto è ricorrente,si può cambiare la tettarella,sostituendola con una di forma diversa, comunque al silicone. L’uso di succhiotti troppo grossi e di gomma può creare abrasioni che facilitano il prevalere del fungo.
■ È molto importante pulire accuratamente con un disinfettante il seno prima della poppata e bollire bene le tettarelle qualora si usi il biberon.
■ Se si allatta,è bene lavarsi il seno con saponi acidi: lo si asciuga accuratamente e si sparge poi una pomata antimicotica, che elimina i funghi.

Con la fitoterapia
•Zenzero Se allattate al seno potete bere 3 volte al giorno un infuso di zenzero, che ha
proprietà antimicotiche.
•Aloe vera Mettete un po’ di gel alimentare di aloe vera sulla punta di un dito e applica-
telo direttamente sul mughetto, 2-3 volte al giorno.
Con gli integratori
Il pediatra può prescrivere al bambino un’integrazione di vitamine del complesso B o la
punta di un cucchiaino di Lactobacillus acidophilus (fermenti lattici) in polvere diluito
in un dito di acqua, fino a miglioramento.
Con la medicina omeopatica
Nel caso in cui ci si trovi di fronte a mughetto e non si riesca a contattare il mediconi
consigliano i seguenti rimedi da adottare nelle prime 48 ore, in attesa di indicazioni pre-
cise. I granuli si sciolgono in poca acqua in un bicchiere o in un cucchiaino di plastica
(non di metallo), e si somministrano lontano dai pasti.
■ Se il bambino è prostrato e l’interno della bocca è coperto di macchie bianche: Mercu-
rius cianatus 4CH, 1 granulo diluito in un dito di acqua, ogni ora, fino a miglioramento.
■ Se il bambino piange durante la poppata: Borax 4CH, 1 granulo in un dito di acqua ogni
ora, fino a miglioramento.
■ Se i puntini del mughetto tendono a sanguinare: Nitricum acidum 4CH, 1 granulo di
diluito in un dito di acqua ogni ora, fino a miglioramento.
Con la medicina convenzionale
Se con il bicarbonato non vi sono miglioramenti, il pediatra può prescrivere una soluzio-
ne di nistatina da utilizzare 4 volte al giorno, per una settimana. La terapia non interferi-
sce con l’allattamento al seno.

Quando rivolgersi al medico
Chiamate durante le ore di ambulatorio se:

■Il bambino ha la febbre alta.

■ Si rifiuta di mangiare.

■ Nonostante le curda situazione peggiora oppure non guarisce entro 10 giorni.

■ Se al mughetto si accompagna un arrossamento della zona attorno all’ano, il pediatra
potrà prescrivere una crema contro il fungo da applicare localmente.

Originally posted 2014-10-02 16:15:21.

Comments

comments

il mughetto del lattante,mughetto nostro figlio,puntini bianchi sulle gengive neonato.