Non di solo latte

Creato da admin
Non di solo latte - Non di solo latte

Prendersi cura del bambino non vuol dire naturalmente limitarsi a dargli da mangiare. Fin dalle primissime ore di vita il bebé ha bisogno non solo del latte, ma anche di essere cambiato, lavato, cullato, consolato, tenuto a contatto con il corpo della mamma (e anche del papà). Ogni piccolo gesto che si compie per lui serve a costruire un legame che
favorirà il suo sviluppo psicoemotivo, così come il latte favorisce il suo aumento di peso e di statura. I neonati possiedono delle antenne speciali che permettono loro di captare, attraverso i gesti dellaccudimento, l’affetto e la tenerezza della mamma, preziosi alimenti per la sua crescita affettiva. Ecco allora che è di fondamentale importanza non limitarsi a soddisfare i bisogni primari del piccolo in modo meccanico, ma anche, ogni volta che è possibile (al di là della comprensibile stanchezza dei primi tempi) fargli sentire che quello che si fa per lui è dettato dall’amore. Attraverso quest’accettazione amorosa, la mamma pone le prime basi per favorire la crescita di un bambino sicuro, in grado di suscitare consensi, capace di relazionarsi con il mondo esterno nel migliore dei modi possibili. Al riguardo, da uno studio condotto negli Stati Uniti, è emerso che una mamma amorevole, che cioè accudisce il suo neonato con affetto e tenerezza, può addirittura potenziare le risorse insite nel cervello del bambino, consentendogli di sviluppare ai massimo nel corso dell’età evolutiva gli strumenti che assicurano la “competenza sociale”, che è la capacità di relazionarsi agli altri con equilibrio e serenità, suscitando simpatia, affetto e consensi. Nell’ambito dello stesso studio si è avuto modo di osservare anche il contrario: i bambini che nei primi anni di vita non vengono trattati con amorevolezza sono più portati in età adulta ad andare incontro a problemi di tipo affettivo e a disturbi della socializzazione.

Originally posted 2014-10-06 10:19:53.

Comments

comments