SESSUALITÀ

Creato da admin
SESSUALITÀ - SESSUALITÀ

È solo a partire dai 2 anni che il bambino inizia a rendersi conto delle differenze tra i due sessi e inizia a toccarsi i genitali. L’esplorazione del proprio corpo è infatti una tappa precisa dello sviluppo infantile, definita fallico-esibizionista.
A questo proposito va ricordato che la sessualità dei bambini è completamente diversa da quella degli adulti. In primo luogo non è orientata verso un’altra persona, ma alla conoscenza del proprio corpo. Inoltre, mentre gli adulti tendono a concentrare il piacere all’area genitale, i piccoli godono di ogni forma di contatto fisico: amano toccarsi i genitali, ma anche ricevere coccole e carezze in ogni altra parte del corpo.
Nell’infanzia infatti il tatto è il senso più sviluppato: non è limitato principalmente alle zone erogene, ma coinvolge ogni zona.Alle attenzioni che il bambino rivolge agli organi sessuali non va data quindi particolare importanza.
Toccandosi i genitali il bambino e la bambina possono raggiungere un alto grado di eccitazione. In alcuni casi i maschi sperimentano una vera e propria erezione, mentre nelle femmine clitoride e mucosa vaginale esterna, sottoposte a frizione, si arrossano e si irrorano di sangue. In nessun caso, però, questo piacere è paragonabile a quello degli adulti. Non esiste un crescendo verso l’orgasmo, ma una piacevole e diffusa sensazione di calore che molte bambine, se si chiede loro che cosa provano, definiscono solletico.
Questi giochi genitali, che non possono essere definiti masturbazione, sono simili a qualsiasi altro gioco rivolto alla ricerca del piacere perché uniscono tre componenti che nella sessualità adulta possono essere assenti:curiosità,divertimento, esplorazione. Non devono quindi destare preoccupazione. Sono anzi una prova del fatto che il bambino ha un rapporto soddisfacente con i genitori, con i quali ha vissuto esperienze di piacere che ora cerca di sostituire.
Sono infatti i bambini molto amati, che più di altri hanno nostalgia delle attenzioni ricevute,a cercare di attenuare il dispiacere della separazione: toccarsi diventa un sostituto delle cure materne, come la bambola o l’orsacchiotto che abbracciano prima di addormentarsi.

Originally posted 2014-10-01 15:09:15.

Comments

comments